D di DIMISSIONI

12/06/2019
Si parla di dimissioni quando un lavoratore dipendente intende interrompere il rapporto di lavoro.
In qualche caso si parla di dimissioni per giusta causa, quando cioè il rapporto viene interrotto a causa di un comportamento del datore di lavoro o di superiori che non consente più la prosecuzione del rapporto stesso.
La giusta causa si ha ad es. quando il datore di lavoro non versa gli stipendi, almeno 3, o quando il datore di lavoro ha un atteggiamento vessatorio o magari demansiona in modo importante il lavoratore.
Le dimissioni per giusta causa obbligano il datore di lavoro al pagamento dell’indennità sostitutiva del preavviso come se fosse avvenuto un licenziamento.
Se l’indennità non viene pagata il lavoratore può agire in giudizio per il recupero.
Un’ipotesi diversa dalla giusta causa è quella delle dimissioni rese in stato di incapacità totale o anche soltanto temporanea.
In questo caso il lavoratore deve dimostrare che non era coscientemente in grado di interrompere il rapporto lavorativo.
La conseguenza per le dimissioni rese in stato di incapacità è quella dell’annullamento con l’effetto di ripristinare il rapporto di lavoro sin dal giorno dell’interruzione (o da quello dell’accertamento in giudizio).
Si ha sempre annullamento quando l’incertezza viene creata dallo stesso datore di lavoro che, prospettando al lavoratore circostanze diverse da quelle reali lo induce a porre fine al rapporto di lavoro, ad es. la promessa di un nuovo rapporto in altra sede.
L’onere della prova in caso di dimissioni per giusta causa o per incapacità o per inganno è sempre a carico del lavoratore.


Il video racchiude bene i concetti appena espressi!

https://youtu.be/l_pQsC_Imuo

Buona visione!
Ti protebbe interessare ...

F di Ferie
08/08/2019
L'argomento delle ferie è sempre molto gettonato ... soprattutto ad ...
E di ETERODIREZIONE
08/07/2019
Parola difficile che esprime un concetto noto a tutti ... si parla di eterodirez ...
D di DETERMINATO
27/05/2019
Nuova lettera e nuovo argomento: il contratto a tempo determinato